Sporti di tutti- Carceri 2024

23 Apr, 2024 alle 11:48 -

Sporti di tutti- Carceri 2024

SPORT DI TUTTI – Carceri 2024  supporta le  ASD/SSD e gli Enti del Terzo Settore di ambito sportivo nella realizzazione di progetti volti a promuovere il recupero dei detenuti e minori e giovani adulti sottoposti a provvedimenti penali in area penale esterna.

Lo sport è da sempre uno strumento educativo e di prevenzione del disagio sociale e psicofisico, di sviluppo e di inclusione sociale, di recupero e di socializzazione, di integrazione dei gruppi a rischio di emarginazione e delle minoranze.

Il bando Sporti di tutti- Carceri 2024  intende finanziare progetti di valore incentrati sullo sviluppo delle seguenti tematiche:

  • lo sport contro la povertà educativa ed il rischio criminalità;
  • lo sport come strumento rieducativo per la popolazione detenuta;
  • lo sport come strumento di dialogo e di gestione dei conflitti;
  • lo sport come opportunità di reinserimento nel contesto sociale e lavorativo (sia per gli adulti, che per i minori e giovani adulti in carico ai Servizi minorili della Giustizia) con corsi di formazione certificata.

Possono concorrere al bando Sporti di tutti- Carceri 2024

I destinatari dell’Avviso sono ASD/SSD iscritte al Registro Nazionale delle Attività Sportive Dilettantistiche (RASD) ed Enti del Terzo Settore di ambito sportivo iscritti al Registro Nazionale del Terzo Settore (RUNTS).

Ciascuna ASD/SSD/ETS di ambito sportivo potrà presentare un solo progetto in qualità di capofila (di seguito, il “Capofila”), a pena di esclusione di tutte le domande presentate. Inoltre, le ASD/SSD/ETS di ambito sportivo che si candidano con un progetto in qualità di Capofila non possono partecipare in qualità di partner a progetti presentati da altre ASD/SSD/ETS di ambito sportivo, a pena di esclusione di tutte le domande in cui compaiono in qualità di partner.

 Gli ulteriori soggetti coinvolti nel partenariato possono essere partner in più di un progetto presentato.

Destinatari delle attività sportive

Le attività progettuali organizzate dai Destinatari sono indirizzate ad uno solo dei seguenti soggetti:

a) detenuti adulti all’interno degli Istituti Penitenziari– Linea Adulti;

b) giovani di età compresa tra i 14 e i 24 anni, che si trovano in custodia cautelare e espiazione della pena detentiva presso gli Istituti Penali per i Minorenni (IPM) – Linea Minori;

c) giovani di età compresa tra i 14 e i 24 anni, in carico agli Uffici di Servizio Sociale per i Minorenni sottoposti a procedimenti e provvedimenti penali, inseriti in centri diurni polifunzionali (CDP), Comunità Ministeriali o del privato sociale iscritte all’Elenco aperto di strutture residenziali disponibili all’accoglienza dei minori e giovani adulti dell’area penale (è possibile realizzare il progetto con più Uffici) – Linea Minori.

Tipologia dei progetti da candidare

Il progetto presentato da Associazioni e le Società Sportive Dilettantistiche (ASD/SSD) e gli Enti del Terzo Settore di ambito  sportivo dovrà garantire:

  • lo svolgimento di attività sportiva gratuita, per almeno 2 ore a settimana, in favore dei beneficiari descritti al successivo art. 4, per l’intera durata del progetto, fissata in 18 mesi;
  • un piano di allenamento strutturato per i beneficiari del progetto, con l’obiettivo di garantire ai beneficiari un benessere psicofisico duraturo (es. attività sportiva da praticare in assenza di istruttore, pause attive ect.);
  • che le attività sportive destinate ai beneficiari dovranno essere concordate ed approvate dal DAP e/o dai Servizi minorili della Giustizia: IPM, USSM, Comunità ministeriale, Centri diurni polifunzionali;
  • l’erogazione di un piano di formazione rivolto ai beneficiari del progetto indicati al successivo art.4. I progetti presentati da ASD/SSD e ETS di ambito sportivo dovranno includere progettualità che oltre allo svolgimento di attività sportiva prevedano azioni di valorizzazione di attività sportivo educative adattate al contesto ed alla struttura di riferimento, coerenti con le tematiche affrontate e i target di riferimento;
  • la realizzazione delle attività in forma di rete territoriale, in collaborazione con altri soggetti (quali, ad esempio, altre ASD/SSD e associazioni del Terzo Settore, servizi sociali degli Enti Locali, strutture di recupero, Istituzioni scolastiche e universitarie, Enti ospedalieri, Servizi minorili della Giustizia e Comunità del privato sociale che collaborano con gli stessi ecc.).

Le candidature per il bando Sporti di tutti- Carceri 2024 dovranno essere presentate  a partire dalle ore 12:00 del 07/05/2024 sino alle ore 12:00 del 11/06/2024.

Maggiori informazioni sono disponibili al seguente link


Potrebbe interessarti

Contattaci per informazioni

Siamo a disposizione per qualsiasi chiarimento

Contattaci