Riduzione consumi energetici

28 Feb, 2024 alle 17:39 -

Riduzione consumi energetici

Finanziamenti per interventi volti alla riduzione dei consumi energetici nelle sale teatrali pubbliche e private attive e nei cinema pubblici e privati attivi.

Le proposte di intervento dovranno riguardare beni ubicati nelle Regioni del Mezzogiorno (Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Puglia, Calabria, Sicilia, Sardegna), appartenenti a soggetti sia pubblici che privati

Misura del finanziamento per riduzione consumi energetici

L’importo massimo dell’aiuto è fissato all’80% dei costi ammissibili ed è concesso a fondo perduto per investimenti di ammodernamento ovvero miglioramento finalizzati alla promozione dell’ecoefficienza e riduzione dei consumi energetici nelle sale teatrali e cinematografiche pubbliche e private.

Tali infrastrutture devono essere utilizzate annualmente a fini culturali connessi, rispettivamente, alla primaria programmazione di opere teatrali e alla primaria attività di proiezione di opere cinematografiche per almeno l’80 % del tempo o della loro capacità.

In caso di domande di contributo presentate dal medesimo soggetto attuatore relative a differenti strutture, i contributi riconosciuti al medesimo soggetto non possono essere superiori, complessivamente, a 3 milioni di euro.

Le domande saranno ammesse a contributo in ordine di graduatoria fino ad esaurimento dei fondi disponibili.

Interventi di riduzione dei consumi energetici

Gli interventi ammissibili devono essere finalizzati alla realizzazione di progetti e/o all’acquisto di beni/servizi che abbiano come oggetto:

a. pianificazione tecnico-economico-finanziaria, audit energetici, analisi ambientali iniziali, valutazione dell’impatto ambientale, rilievi e valutazioni finalizzate all’individuazione di criticità, individuazione dei conseguenti interventi per il miglioramento delle prestazioni energetiche;

b. interventi sull’involucro edilizio;

c. interventi di sostituzione / acquisizione di apparecchiature, strumenti, sistemi, dispositivi, software applicativi digitali, nonché strumentazione accessoria per il loro funzionamento, acquisizione di brevetti, licenze e know-how;

d. installazione di sistemi intelligenti di telecontrollo, regolazione, gestione, monitoraggio e ottimizzazione dei consumi energetici (smart building) e delle emissioni inquinanti anche attraverso l’utilizzo di mix tecnologici

Sono ammessi al contributo gli interventi le cui procedure siano iniziate a partire dal 1° febbraio 2020

I beni oggetto di contributo devono mantenere la loro destinazione e non essere alienati per un periodo pari a 5 anni se beni mobili e 10 anni. Se beni immobili a partire dalla data del collaudo e/o della regolare esecuzione di lavori, servizi e forniture, ovvero dalla data di altro documento equipollente nel caso di interventi non soggetti alla disciplina degli appalti. Il mancato rispetto dei suddetti vincoli comporta la revoca del contributo erogato.

L’intervento ammesso a contributo, ove non già avviato alla data di presentazione della domanda, dovrà essere iniziato entro e non oltre il 31 dicembre 2024.

Spese ammissibili

Sono da considerarsi ammissibili le spese di seguito specificate:

a. spese per l’esecuzione di lavori o per l’acquisto di beni/servizi;

b. spese per pubblicazione bandi di gara.

c. spese per l’acquisizione di autorizzazioni, pareri, nulla osta e altri atti di assenso da parte delle amministrazioni competenti;

d. spese tecniche di progettazione (ivi comprese quelle per la stesura di un piano di gestione nonché quelle per le analisi preliminari tra cui le diagnosi energetiche e le analisi e valutazioni ambientali, etc), direzione lavori, coordinamento della sicurezza e collaudi, opere d’ingegno, incentivi per funzioni tecniche;

e. imprevisti ( inclusi nel quadro economico come previsto all’art. 5 allegato I.7 del d.lgs 36/2023);

f. allacciamenti, sondaggi e accertamenti tecnici;

g. spese per attrezzature, impianti e beni strumentali finalizzati anche all’adeguamento degli standard di sicurezza, di fruibilità da parte dei soggetti disabili;

La domanda deve essere presentata, pena l’esclusione entro le ore 16:00 del 5 aprile 2024.

Maggiori informazioni sono disponibili al seguente link


Potrebbe interessarti

Contattaci per informazioni

Siamo a disposizione per qualsiasi chiarimento

Contattaci