Innovazione e digitalizzazione nell’economia blu del Mar Nero

8 Ott, 2021-

Innovazione e digitalizzazione nell’economia blu del Mar Nero

 La call EMFAF-2021-PIA-FLAGSHIP-BLACK mira a promuovere l’innovazione e la digitalizzazione nei settori dell’economia blu. I progetti pilota selezionati contribuiranno all’attuazione degli obiettivi del Green Deal europeo, dell’agenda digitale e della comunicazione dell’UE sull’economia blu sostenibile.

Obiettivi specifici sono:

  • Rafforzare la capacità delle PMI e delle start-up dell’economia blu di identificare e attingere a potenziali investitori pubblici/privati.
  • Migliorare la visibilità delle opportunità di investimento nell’economia blu del Mar Nero e la capacità degli investitori pubblici/privati ​​di identificare le PMI e le start-up.
  • Sviluppare la capacità delle parti interessate di stabilire/migliorare la cooperazione concreta e gli approcci e i metodi di rete per migliorare l’ambiente aziendale e rafforzare le catene del valore.
  • Contribuire allo sviluppo di un ecosistema di investimenti blu e innovazione in rete e multi-stakeholder nel Mar Nero.

Le proposte dovrebbero concentrarsi principalmente sui seguenti settori identificati come prioritari dal gruppo direttivo CMA: turismo costiero e marittimo, pesca e acquacoltura e trasporto marittimo.

Tuttavia, le proposte possono anche prendere in considerazione altri settori tradizionali dell’economia blu, come la cantieristica navale, nonché quelli emergenti come la biotecnologia blu, le energie rinnovabili marine, ecc. Le proposte possono anche esplorare il potenziale per le PMI/start-up nello sviluppo dei porti come acceleratori dell’economia blu.

Nelle loro proposte, i candidati dovrebbero descrivere i settori target e giustificare la loro scelta, anche in termini del loro contributo alla sostenibilità e alla decarbonizzazione. Nell’ambito del presente invito a presentare proposte saranno prese in considerazione solo le attività che forniscono un contributo sostanziale agli obiettivi sostenibili dal punto di vista ambientale e non danneggiano in modo significativo altri obiettivi ambientali.

I candidati descriveranno chiaramente nelle loro proposte come cercheranno di garantire la complementarità ed evitare inutili duplicazioni con i seguenti progetti e iniziative:

Il meccanismo di assistenza del Mar Nero e in particolare i centri nazionali CMA che supportano gli attori locali nell’attuazione delle priorità CMA, nell’identificazione e nel finanziamento di progetti pertinenti, organizzano eventi nazionali di sensibilizzazione ad hoc e di sviluppo delle capacità. Il coordinamento con gli hub nazionali CMA è importante per connettersi alla rete di stakeholder dell’economia blu che hanno già stabilito.

Il Black Sea Virtual Knowledge Center e la sua comunità di stakeholder dell’economia blu che offre un luogo di incontro virtuale per scambiare informazioni su idee progettuali, potenziali partnership e altri argomenti di interesse comune. Questa comunità virtuale è in una fase iniziale di sviluppo e potrebbe sviluppare ulteriori servizi che potrebbero essere complementari alle attività previste dal presente bando.

Il progetto Black Sea CONNECT che mira a coinvolgere gli attori dell’economia blu nello sviluppo di una visione condivisa e un approccio coordinato all’attuazione della SRIA del Mar Nero.

BlueInvest , che comprende attività per facilitare gli investimenti nelle PMI e nelle start-up dell’economia blu in tutti i bacini marittimi dell’UE, come la preparazione agli investimenti e il matchmaking. I progetti nell’ambito di questo invito lavoreranno in sinergia con BlueInvest per sostenere le PMI/start-up e gli investitori del Mar Nero in modi complementari al sostegno già disponibile nell’ambito di BlueInvest per i paesi del Mar Nero dell’UE e cercheranno di evitare duplicazioni, comprese le attività per aiutare le parti interessate nel Mar Nero a partecipare ai servizi BlueInvest.

L’Enterprise Europe Network, che ha punti di contatto locali nei paesi del Mar Nero e offre consulenza e supporto alle imprese per aiutarle a innovare, crescere, internazionalizzarsi, formare partenariati e accedere ai finanziamenti.

Inoltre, le proposte dovrebbero descrivere come si basano e integrano altri progetti o iniziative pertinenti completati o in corso, a livello internazionale, dell’UE, nazionale o regionale, compresi quelli sostenuti dai fondi dell’UE e quelli finanziati/finanziati da altre fonti. Particolare attenzione dovrebbe essere prestata alle iniziative del cluster Blue Economy finanziate dall’UE di pertinenza e ai pertinenti progetti HORIZON 2020, come SEAS-ERA , Black Sea HORIZON , B-SEENOVA , DOORS e BRIDGE-BS, nonché il programma Black Sea CBC e orizzontali azioni di clustering come DIGICIRC.

I candidati devono spiegare nella loro proposta come implementeranno le attività mirate di seguito, ottenendo risultati concreti e misurabili entro la durata del progetto:

  • Effettuare un gap assessment (es. analisi SWOT) per definire bisogni specifici nelle aree locali oggetto della proposta. La valutazione del divario deve essere condotta con le parti interessate del settore marittimo, comprese le imprese e le organizzazioni di ricerca, le camere di commercio, i cluster, gli hub/acceleratori aziendali e gli organismi di finanziamento (ad esempio le banche nazionali di promozione).
  • Progettare attività e servizi pilota di sviluppo delle capacità in grado di colmare le lacune identificate e contribuire a un ecosistema di investimenti e innovazione blu efficace e interconnesso nel Mar Nero. La progettazione terrà conto anche delle migliori pratiche di altre regioni e bacini marittimi. Le attività dovrebbero contribuire alla sensibilizzazione, al coinvolgimento delle parti interessate e alla creazione di comunità. Possono includere coaching, mentoring, formazione, servizi di consulenza, attività di matchmaking o altre forme di sostegno alla cooperazione tra PMI/start-up dell’economia blu e altre parti interessate come quelle sopra menzionate. Il progetto includerà una metodologia e criteri chiari per identificare e selezionare le parti interessate che parteciperanno alle attività e ai servizi pilota.
  • Test delle attività e dei servizi di sviluppo delle capacità identificati per le PMI, le start-up, gli enti di finanziamento e di finanziamento e altre parti interessate nell’economia marittima.
  • Valutare le lezioni apprese, le migliori pratiche e ulteriori opportunità derivanti dal test pilota e dallo sviluppo di raccomandazioni.

Tutte le proposte dovrebbero includere attività aggiuntive e complementari (almeno una) che supportino le attività principali e gli obiettivi dell’argomento del bando. Esempi inclusi:

  • Esplorare le opportunità per approcci di specializzazione intelligente nelle aree del Mar Nero oggetto della proposta come modi per sostenere i partenariati interregionali e le catene del valore nei settori dell’economia blu;
  • Aumentare la complementarità e le sinergie con i progetti pertinenti finanziati nell’ambito di altri programmi dell’UE (ad es. Horizon Europe, INTERREG NEXT Black Sea, Interregional Innovation Investment Initiative (I3), Digital Europe, programma LIFE, Fondi strutturali e di investimento europei, ecc.)

La call è aperta dal 28 settembre al 12 gennaio 2022.

Maggiori dettagli disponibili al seguente link


Potrebbe interessarti

Contattaci per informazioni

Siamo a disposizione per qualsiasi chiarimento

Contattaci