Interventi per DOP e IGP

2 Apr, 2024 alle 19:31 -

Interventi per DOP e IGP

Definite le modalità per accedere ai contributi messi a disposizione  dei Consorzi di tutela per  sostenere azioni di promozione, informazione, divulgazione e sviluppo in termini di sostenibilità dei prodotti DOP e IGP.

Sono ammessi a presentare domanda di contributo:

a) Consorzi di tutela;

b) associazioni temporanee tra i Consorzi di tutela.

Attività ammesse agli interventi per la filiera agroalimentare DOP e IGP

Possono essere finanziate le seguenti attività:

a) campagne di informazione, in particolare sui sistemi delle denominazioni di origine e delle indicazioni geografiche;

b) azioni in materia di relazioni pubbliche, promozione e pubblicità veicolate attraverso i principali mezzi di comunicazione tradizionale (ad esempio, stampa, tv, radio, affissioni e merchandising) e i canali digitali (ad esempio, azioni web e new media tramite social network), che mettano in rilievo gli elevati standard dei prodotti agroalimentari, in particolare in termini di qualità, sicurezza alimentare o sostenibilità;

c) partecipazioni a fiere ed esposizioni di rilevanza nazionale ed internazionale;

d) attività di divulgazione, informazione e formazione rivolta ad operatori del settore della distribuzione e del canale HO.RE.CA.;

e) costi di sviluppo, quale applicazione dei risultati della ricerca di base o di altre conoscenze, volti alla modifica dei disciplinari di produzione dei prodotti designati da DOP o IGP, che determinino, nel rispetto della tradizione, miglioramenti sotto il profilo della sostenibilità.

 Sono ammesse le spese in conto capitale che costituiscano esclusivamente “immobilizzazioni immateriali” e, in particolare, “costi di impianto e di ampliamento” e “costi di sviluppo”, secondo la normativa nazionale vigente ai fini della classificazione economica delle attività.

Misura dei contributi

 La misura si sostegno prevede un contributo in conto capitale:

  • non superiore a 300.000,00 (trecentomila/00) euro per i Consorzi di tutela; oppure
  • non superiore a 500.000,00 (cinquecentomila/00) euro per associazioni temporanee tra i Consorzi di tutela.

Non può essere richiesto un contributo inferiore a 60.000,00 (sessantamila/00) euro per singolo soggetto beneficiario

È consentita l’erogazione di un anticipo del contributo pari al 50% del contributo richiesto, previa presentazione, da parte dei beneficiari del finanziamento, di fidejussione bancaria o assicurativa.

Le domande di contributo devono pervenire all’indirizzo di posta elettronica certificata saq4@pec.politicheagricole.gov.it, entro e non oltre le ore 23:59 del 15 maggio 2024.

Maggiori informazioni sono disponibili al seguente link


Potrebbe interessarti

Contattaci per informazioni

Siamo a disposizione per qualsiasi chiarimento

Contattaci