Assunzioni enti territoriali del Sud

24 Nov, 2023 alle 18:14 -

Assunzioni enti territoriali del Sud

Nuove assunzioni per gli enti territoriali del Sud al fine di implementare il personale da utilizzare e specializzare sull’attuazione dei fondi europei per la realizzazione di progetti per la coesione.

L’iniziativa è riservata alle regioni del Sud. Nello specifico:  Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.

Le assunzioni sono finalizzate a dotare le amministrazioni di personale non dirigenziale che verrà contrattualizzato con contratto di lavoro a tempo indeterminato da inquadrare nell’area dei funzionari.

I profili professionali maggiormente richiesti: ingegnere, architetto, geologo, avvocato, specialista in attività culturali, specialista informatico, specialista in attività amministrative e contabili, specialista in materie giuridiche, specialista della transizione digitale, specialista della transizione ecologica. Sono ammessi anche altri profili professionali purché finalizzati all’accelerazione degli investimenti finanziati attraverso i fondi europei per la politica di coesione.

Gli enti destinatari vincolano dalla data di assunzione fino al 31/12/2029 l’utilizzo dei nuovi assunti a tempo indeterminato, inquadrati nell’area dei funzionari,  esclusivamente allo svolgimento di attività direttamente afferenti alla gestione dei fondi destinati alla politica di coesione europea.

Le assunzioni a tempo indeterminato saranno rese possibili attraverso il contributo del Programma Nazionale alle spese di personale assunto dagli enti fino al 31 dicembre 2029.

Sono previste 2.129 assunzioni con contratto a tempo indeterminato.

Le posizioni lavorative saranno così distribuite

  • Regioni: 250
  • Enti locali (Comuni e Unioni di comuni): 1.674
  • Città metropolitane: 70
  • Province: 135

Istruttoria delle assunzioni territoriali

Sono invitati a presentare la propria domanda di adesione esclusivamente le amministrazioni regionali della Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia, nonché le Città Metropolitane, le Province, i Comuni, le Unioni dei Comuni.

Tali soggetti possono presentare una sola manifestazione di interesse .

 La selezione degli enti avverrà attraverso la definizione di due macrofasi:

DEFINIZIONE DEGLI ELENCHI

La prima fase, conseguente alle manifestazioni di interesse, dedicata alla formazione degli elenchi preliminari generali in base alle disponibilità in organico dichiarate dagli enti, delle unità di personale richieste con i relativi profili professionali in coerenza con l’attuazione della politica di coesione europea.

RIPARTIZIONE DEL PERSONALE

La seconda fase sarà definita in base a specifici criteri di ripartizione tra le amministrazioni interessate delle risorse finanziarie e delle unità di personale che saranno indicati.

La domanda di adesione da parte di un Ente potrà essere effettuata dal Sindaco, dal legale rappresentante o da un soggetto da esso delegato.

Le manifestazioni di interesse potranno essere presentate a partire dalle ore 12:00 di giovedì 30 novembre 2023 e fino alle ore 12:00 di martedì 30 gennaio 2024.

Maggiori informazioni sono disponibili al seguente link


Potrebbe interessarti

Contattaci per informazioni

Siamo a disposizione per qualsiasi chiarimento

Contattaci