Vitivinicolo investimenti 2024/2025

27 Mar, 2024 alle 18:45 -

Vitivinicolo investimenti 2024/2025

Definite le modalità di accesso alla misura “Investimenti” 2024/2025 del Piano Nazionale di Sostegno Vitivinicolo (PNSV) della regione Sicilia.

Il sostegno per gli Investimenti vitivinicolo è concesso ai richiedenti che, alla data di presentazione della domanda di aiuto, sono titolari di partita IVA, sono iscritti al Registro delle Imprese della Camera di Commercio ed hanno costituito nel Sian un “Fascicolo aziendale elettronico” aggiornato e valido.

Possono accedere all’aiuto, le microimprese, le piccole e medie imprese. Il contributo erogabile è disposto nel massimo del 50% della spesa effettivamente sostenuta.

I limiti massimi sono ridotti al 25% delle spese sostenute qualora l’investimento sia realizzato da una impresa qualificabile come intermedia, ovvero che occupi meno di 750 dipendenti o il cui fatturato annuo non superi i 200 milioni di euro e per la quale non trova applicazione l’art. 2, paragrafo 1, del titolo I dell’allegato della raccomandazione 2003/361/CE della Commissione del 6 maggio 2003.

Per le imprese classificabili come grande impresa, ovvero che occupino più di 750 dipendenti o il cui fatturato sia superiore ai 200 milioni di euro, il contributo massimo erogabile è pari al 19% della spesa sostenuta.

Progetti con una spesa ammissibile di investimento inferiore a € 20.000,00 saranno ritenuti non finanziabili ed esclusi dalle graduatorie di merito.

Imprese ammesse ai finanziamenti

Beneficiano dell’aiuto le imprese del settore vitivinicolo la cui attività sia almeno una delle seguenti:

a) la produzione di mosto di uve ottenuto dalla trasformazione di uve fresche da esse stesse ottenute, acquistate, o conferite dai soci, anche ai fini della sua commercializzazione;

b) la produzione di vino ottenuto dalla trasformazione di uve fresche o da mosto di uve da esse stesse ottenuti, acquistati o conferiti dai soci, anche ai fini della sua commercializzazione;

c) l’elaborazione, l’affinamento e/o il confezionamento del vino conferito dai soci, e/o acquistato anche ai fini della sua commercializzazione. Sono escluse dal contributo le imprese che effettuano la sola attività di commercializzazione dei prodotti oggetto del sostegno;

d) la produzione di vino attraverso la lavorazione delle proprie uve da parte di terzi vinificatori qualora la domanda sia rivolta a realizzare ex novo un impianto di trattamento o una infrastruttura vinicola, anche ai fini della commercializzazione.

 Le tipologie di operazioni ammesse nell’ambito della misura “Investimenti” vitivinicolo

Realizzazione e/o ammodernamento delle strutture aziendali nonché acquisto di attrezzature per la produzione, trasformazione, imbottigliamento, conservazione e commercializzazione dei prodotti:

  • cantina vinicola (fuori terra, interrata o mista)
  • realizzazione di fabbricato (ai fini della trasformazione, stoccaggio, conservazione prodotti vitivinicoli aziendali.
  • riattamento di strutture (ai fini della trasformazione, stoccaggio, conservazione prodotti vitivinicoli aziendali)
  • attrezzature per lo stoccaggio, conservazione, commercializzazione e movimentazione interna dei prodotti vitivinicoli aziendali
  • attrezzature per trasformazione prodotti vitivinicoli aziendali, ivi comprese le attrezzature di laboratorio per analisi enologiche (strumentazioni per l’analisi chimico-fisica delle uve, dei mosti e dei vini, finalizzate al campionamento, controllo e miglioramento dei parametri qualitativi delle produzioni).
  • impianti di trasformazione, imbottigliamento, conservazione e commercializzazione dei prodotti vitivinicoli aziendali
  • impianto trattamento reflui cantina e macchine per la distribuzione delle acque reflue in cantina
  • E-Commerce “cantina virtuale”, piattaforme web finalizzate al commercio elettronico, gestione magazzino, controllo informatico dei processi di trasformazione.
  • Sistemazioni di aree esterne al servizio della struttura di produzione e trasformazione
  • Acquisto di serbatoi, contenitori e barriques per l’affinamento, l’invecchiamento e la movimentazione dei vini.

Punti vendita aziendali ed extra aziendali esclusivamente fissi, purché non ubicati all’interno delle unità produttive di trasformazione:

2a) Realizzazione o Riattamento di struttura fissa per la vendita diretta dei prodotti vitivinicoli aziendali.

  • Attrezzature per l’esposizione e la vendita diretta dei prodotti vitivinicoli aziendali.
  • Attrezzature ed elementi di arredo funzionali alla degustazione, solo se contestuali alla presenza di un punto vendita diretta al consumatore finale.

• Interventi di efficientamento energetico:

  • impianti fotovoltaici con accumulo
  • impianti eolici e minieolici
  • impianti di cogenerazione e trigenerazione
  • impianti domotizzati per la gestione e il controllo dei processi di vinificazione
  • Interventi per isolamento termico, sostituzione degli infissi, relamping Led dei corpi illuminanti

All’atto della compilazione della domanda di accesso all’aiuto sul portale SIAN, il richiedente potrà individuare le operazioni ammissibili a cui corrisponderà un codice univoco di azione/intervento/sottointervento.

Al fine di migliorare e rendere più competitive le attività lavorative nel rispetto della movimentazione dei carichi durante le fasi di trasformazione, imbottigliamento, confezionamento, commercializzazione, e conservazione dei prodotti vitivinicoli, sono ammesse le spese riguardanti l’acquisto di macchinari e attrezzature finalizzati a tali scopi (es: transpallet, carrelli elevatori, ecc.), purché ad uso esclusivo delle attività di cantina prima descritte.

Riguardo gli interventi di efficientamento energetico, gli stessi potranno essere attivati complessivamente nella misura massima del 25% dell’intero investimento ammesso all’aiuto.

Per quanto riguarda le attrezzature e i macchinari, è previsto un contributo per il montaggio e la messa in opera delle stesse, sino ad un massimo del 5% del costo per esse previsto. L’importo di tale spesa dovrà essere contabilizzato e fatturato a parte e la relativa fattura dovrà essere inequivocabilmente riconducibile al bene acquistato oggetto di finanziamento.

Il termine per la presentazione delle domande di aiuto per la campagna investimenti vitivinicolo 2024/2025 è fissato al 30 aprile 2024.

Maggiori informazioni sono disponibili al seguente link


Potrebbe interessarti

Contattaci per informazioni

Siamo a disposizione per qualsiasi chiarimento

Contattaci