Fondo perduto edicole

8 Gen, 2024 alle 19:08 -

Fondo perduto edicole

La regione Sicilia interviene a sostegno delle edicole mediante l’erogazione di un contributo  a fondo  perduto per compensare la carenza di liquidità connessa alla crisi economica da emergenza sanitaria.

Requisiti per accedere al fondo perduto

Le edicole che intendano presentare istanza per ottenere il contributo a fondo perduto devono possedere i seguenti requisiti:

1) iscrizione come impresa attiva sin dalla data di entrata in vigore della L.R. 12.5.2020 n. 9 e cioè il 14 maggio 2020, nella pertinente sezione del Registro delle Imprese istituito presso la CCIAA territorialmente competente con il codice ATECO 47.62.10 quale attività primaria o secondaria;

2) avere la sede legale o operativa nel territorio della Regione siciliana;

3) trovarsi nel pieno e libero esercizio dei propri diritti, non essendo sottoposta a procedure concorsuali e non essendo in stato di scioglimento o liquidazione volontaria;

4) non trovarsi nella condizione di aver ricevuto e non restituito aiuti giudicati incompatibili con il mercato unico europeo dalla Commissione Europea (c.d. “clausola Deggendorf”);

5) essere in regola con la normativa antimafia;

6) essere in regola con il pagamento degli oneri contributivi ed assistenziali, come risultante dal DURC rilasciato da INPS/INAIL;

7) non ricorrere alcuna delle cause di esclusione previste dall’art. 94 del D.lgs. 36/2023 commi 1 e 2;

8) non avere omesso di denunciare alle competenti autorità richieste estorsive, ovvero richieste di tassi usurai su prestiti, da parte di organizzazioni criminali o soggetti criminali, verificatesi nell’ultimo triennio precedente la data di presentazione della presente istanza, e di impegnarsi a denunciare ogni eventuale richiesta estorsiva, o di richiesta di tasso usuraio, alle competenti Autorità;

9) osservare i contratti collettivi di lavoro e la normativa in materia di prevenzione degli infortuni sui luoghi di lavoro e delle malattie professionali, salute e sicurezza, di inserimento disabili e delle pari opportunità;

10) non fare parte del medesimo gruppo, a norma degli articoli 2359 e 2497 e seguenti C.C., con altra impresa che richiede le agevolazioni di cui al presente Avviso.

Misura dell’agevolazione concessa

Il contributo a fondo perduto  dovrà essere impiegato per soddisfare il fabbisogno di capitale circolante e/o investimenti per far fronte alla carenza di liquidità connessa alla crisi economica derivante dalla pandemia da Covid-19 nonché a titolo di sostegno economico per gli oneri straordinari sostenuti per lo svolgimento dell’attività durante l’emergenza sanitaria.

 L’agevolazione viene erogata, in parti uguali ed entro il limite massimo di 5mila euro per ciascun richiedente, a tutti i soggetti, in possesso dei relativi requisiti di ammissibilità, che svolgano un’attività primaria con codice di classificazione ATECO 47.62.10.

Nel caso in cui il budget non venga interamente utilizzato  le somme residue saranno suddivise in parti uguali, entro il limite massimo di 5mila euro, a tutti i soggetti, in possesso dei relativi requisiti di ammissibilità, che svolgano un’attività secondaria con il suddetto codice di classificazione ATECO 47.62.10

Le istanze potranno essere presentate a partire dalle ore 10:00 del 23/1/2024 e sino alle ore 17:00 del 7/2/2024.

Maggiori informazioni sono disponibili al seguente link


Potrebbe interessarti

Contattaci per informazioni

Siamo a disposizione per qualsiasi chiarimento

Contattaci