Progetti autismo in Sicilia

24 Gen, 2024 alle 18:14 -

Progetti autismo in Sicilia

Il “Disturbo dello Spettro Autistico” o, più comunemente, denominato “Autismo” è una sindrome causata dal disordine del neuro-sviluppo, caratterizzata da un insieme eterogeneo di disturbi che interessano prevalentemente l’area della comunicazione e dell’interazione sociale, attraverso comportamenti, attività ed interessi ristretti e ripetitivi.

Tali comorbilità neurologiche, configurano l’autismo come una disabilità permanente che accompagna il soggetto nel suo ciclo vitale, limitando soprattutto, la sfera dei rapporti sociali in tutti gli ambiti, dalla scuola al tempo libero, dallo sport al lavoro.

La regione Sicilia, sfruttando le risorse del Fondo per l’inclusione delle persone con disabilità finanzia interventi diretti a favorire iniziative dedicate alle persone con disturbo dello spettro autistico.

Nello specifico sono lanciati 4 bandi diversi

Progetti autismo finalizzati a percorsi di assistenza alla socializzazione dedicati ai minori e all’età di transizione fino ai 21 anni- tramite vouchers

Possono partecipare i Comuni i quali, per l’individuazione dei soggetti affetti dal disturbo dello spettro autistico, si avvarranno delle indicazioni dei Centri Autismo per minori e adulti, delle Aziende Sanitarie Provinciali dell’Isola.

Le misure implementate sono dedicate ai soggetti affetti dal disturbo dello spettro autistico dai minori all’età di transizione fino ai 21 anni, valutati dalle Unità di Valutazione Multidimensionale per la disabilità (UVMD) attraverso la scheda di Valutazione Multidimensionale della disabilità (SvaMDi).

E’ possibile includere gli Enti del Terzo settore nei percorsi di assistenza alla socializzazione attraverso l’istituto di co-progettazione.

Tipologie di intervento da includere nei progetti

  • Attività di supporto alla socializzazione e all’acquisizione delle competenze sociali:
    • attività di gioco strutturate attraverso sessioni di gruppi guidate da esperti;
    • attività con uso di strumenti specifici per aiutare a sviluppare e potenziare le interazioni sociali;
  • Attività educative e di formazione per il miglioramento delle abilità comunicative:
    • interventi che promuovono la comunicazione verbale e non verbale;
    • uso di ausili comunicativi;
    • apprendimento di strategie specifiche per favorire la comunicazione efficace;
  • Attività di sostegno alla transizione verso la vita adulta e l’autonomia:
    • programmi di orientamento professionale;
    • consulenza sulla gestione delle responsabilità quotidiane;
    • acquisizione di competenze necessarie per condurre una vita indipendente.
  • Utilizzo dei vouchers per l’accesso ai servizi e interventi specifici:
    • accesso ai servizi di terapia;
    • accesso ad attività ricreative;
    • assistenza specializzata con Enti accreditati.

Le spese effettuate attraverso l’utilizzo dei vouchers dovranno essere debitamente rendicontate con la relativa documentazione a supporto.

I progetti dovranno essere attuati nel territorio della regione Sicilia ed avere una durata di 12 mesi.

I progetti potranno essere inviati entro il termine del 28.02.2024 utilizzando la documentazione specifica disponibile al seguente link

Progetti autismo finalizzati a percorsi di socializzazione con attività in ambiente esterno (gruppi di cammino, attività musicale, attività sportiva).

I soggetti interessati nell’attuazione dei progetti  sono i Comuni e le Organizzazioni del Terzo settore iscritte al Registro Unico Nazionale del Terzo Settore (R.U.N.T.S.), con comprovata esperienza inerente il disturbo dello spettro autistico, che si avvarranno delle indicazioni dei Centri Autismo per minori e adulti delle Aziende Sanitarie provinciali dell’Isola.

Le figure professionali impiegate dovranno essere altamente qualificate.

I progetti sono rivolti alle persone con disturbo dello spettro autistico, valutati dalle Unità di Valutazione Multidimensionale per la disabilità (UVMD) attraverso al scheda di Valutazione Multidimensionale della disabilità (SvaMDi).

Tipologie di intervento ammessi

  • Creazione di gruppi in cui i soggetti affetti dallo spettro autistico siano coinvolti in attività di interazione sociale, condivisione di esperienze ed inclusione nella comunità:
    • organizzazione di piccoli gruppi per attività da svolgere all’aperto insieme ad altre persone;
  • Attività musicali ed artistiche per promuovere l’espressione creativa e la partecipazione sociale:
    • attività musicali ed artistiche, lezioni di musica, laboratori artistici o performance;
  • Attività sportive per favorire l’integrazione, il benessere fisico e psicologico e lo sviluppo delle abilità motorie:
    • organizzazione di programmi sportivi inclusivi di varie discipline.

Le spese effettuate dovranno essere debitamente rendicontate con la relativa documentazione a supporto.

La proposta progettuale deve essere presentata attraverso l’istituto di co-progettazione, tra Comuni ed Enti del Terzo settore.

I progetti potranno essere inviati entro il termine del 28.02.2024 utilizzando la documentazione specifica disponibile al seguente link

Progetti autismo rivolti al terzo settore per favorire l’inclusione, attraverso attività sociali (sport, tempo ricreativo, mostre)

I soggetti interessati nell’attuazione di progetti di cui alla lettera e) sono le Organizzazioni del terzo settore iscritte al Registro Unico Nazionale del Terzo Settore (R.U.N.T.S.), con comprovata esperienza inerente il disturbo dello spettro autistico, che si avvarranno delle indicazioni dei Centri Autismo per minori e adulti delle Aziende Sanitarie provinciali dell’Isola.

I progetti sono rivolti alle persone con disturbo dello spettro autistico, valutati dalle Unità di Valutazione Multidimensionale per la disabilità (UVMD) attraverso la scheda di Valutazione Multidimensionale della disabilità (SvaMDi).

Tipologie di intervento dei progetti

  • Realizzazione di attività sportive, culturali e ricreative per promuovere l’inclusione sociale e favorire lo sviluppo di relazioni positive.
    • organizzazione di attività sportive;
    • organizzazione di attività culturali e ricreative aperte a persone affette dal disturbo dello spettro autistico e ad altri membri della comunità;
  • Organizzazione di eventi, mostre, e manifestazioni per sensibilizzare l’opinione pubblica sul disturbo dello spettro autistico, al fine di promuovere la comprensione e l’accettazione delle persone con disturbo dello spettro autistico nella società;
  • Creazione di reti di supporto e di opportunità di incontro tra persone affette dal disturbo dello spettro autistico e la comunità:
    • formazione di gruppo di auto aiuto;
    • organizzazione di incontri periodici;
    • implementazione di programmi di mentoring per favorire l’inclusione sociale e l’empowerment;

La proposta progettuale deve essere presentata dalle Organizzazioni del terzo settore.

I progetti potranno essere inviati entro il termine del 28.02.2024 utilizzando la documentazione specifica disponibile al seguente link

Interventi volti alla formazione dei nuclei familiari che assistono persone con disturbo dello spettro autistico

I soggetti interessati nell’attuazione dei progetti sono le Organizzazioni del terzo settore iscritte al Registro Unico Nazionale del Terzo Settore (R.U.N.T.S.), che abbiano maturato un’esperienza sui disturbi dello spettro autistico, che si avvarranno delle indicazioni dei Centri Autismo per minori e adulti delle Aziende Sanitarie provinciali dell’Isola.

I progetti sono rivolti alle persone con disturbo dello spettro autistico, valutati dalle Unità di Valutazione Multidimensionale per la disabilità (UVMD) attraverso la scheda di Valutazione Multidimensionale della disabilità (SvaMDi).

Gli interventi sono diretti ai nuclei familiari e alle principali figure affettive di riferimento della persona con disturbo dello spettro autistico (PeASD).

I programmi di intervento mediati dai genitori sono raccomandati nei bambini e negli adolescenti con disturbo dello spettro autistico, poiché sono interventi che possono migliorare la comunicazione sociale e i comportamenti problema.

Aiutare le famiglie a interagire con i loro figli, promuovere lo sviluppo e l’incremento della soddisfazione dei genitori, del loro empowerment e benessere emotivo, deve essere il focus portante dell’azione di abilitazione della persona con autismo, azione fortemente integrata con l’attività svolta dai servizi .

Tipologie di intervento

  • Corsi di formazione per famiglie sulle tematiche legate al disturbo dello spettro autistico, inclusi gli aspetti educativi e gestionali
  • organizzazione di corsi di formazione rivolti alle famiglie di persone affette dal disturbo dello spettro autistico, che riguardano:
  • strategie educative;
  • gestione dei comportamenti;
  • supporto emotivo;
  • informazioni sulle risorse disponibili;
  • incontri rivolti ai genitori per promuovere sostegno reciproco;
  • offrire opportunità di ascolto, confronto e scambio di esperienze vissute;
  • Formazione e sensibilizzazione sull’educazione sessuale ed affettiva per i soggetti affetti dal disturbo dello spettro autistico e le loro famiglie;
  • Attivazione di percorsi di accompagnamento alle famiglie rispetto alle risorse di integrazione presenti sul territorio locale e all’accesso di diritti ed allo scambio informativo tra le famiglie.

La proposta progettuale deve essere presentata dalle Organizzazioni del terzo settore.

I progetti potranno essere inviati entro il termine del 28.02.2024 utilizzando la documentazione specifica disponibile al seguente link


Potrebbe interessarti

Contattaci per informazioni

Siamo a disposizione per qualsiasi chiarimento

Contattaci