Attività dimostrative e di informazione

14 Feb, 2024 alle 18:39 -

Attività dimostrative e di informazione

Finanziamenti per le attività dimostrative e azioni di informazione a completamento dell’offerta formativa rivolta agli addetti dei settori agricolo ed agroalimentare operanti in zone rurali.

I beneficiari della misura sono i prestatori dei servizi di dimostrazione e informazione, pubblici e privati, che dispongono delle capacità adeguate in termini di personale qualificato e regolarmente formato per esercitare tale funzione.

I destinatari delle attività dimostrative e azioni di informazione sono gli addetti dei settori agricolo e agroalimentare, prioritariamente i giovani agricoltori  le donne e le start up delle zone rurali e saranno selezionati con procedura ad evidenza pubblica.

Verrà finanziata una proposta progettuale che potrà prevedere la realizzazione di sotto-interventi quali progetti dimostrativi, attività dimostrative e azioni di informazione (presentazioni pubbliche e/o produzione di materiale informativo) di seguito codificati, che trattano le focus/intervento attraverso, una o più, tematiche:

1.2_A Progetto dimostrativo.

Il progetto dimostrativo riguarda l’applicazione pratica di una nuova tecnologia, l’uso di nuovi macchinari e/o nuove tecniche di produzione. Al fine di verificare la fattibilità e la validità tecnico-economica delle innovazioni proposte, il progetto dimostrativo deve prevedere obbligatoriamente la realizzazione delle seguenti tipologie dimostrative interattive con il coinvolgimento diretto dei destinatari:

  • esercitazioni;
  • giornate di campagna con esercitazioni e dimostrazioni in campo.

Le esercitazioni e le giornate di campagna dovranno essere replicate in almeno n. 3 sessioni su diversi ambiti/zone del territorio regionale.

Inoltre, i progetti dimostrativi possono prevedere iniziative informative di comunicazione quali “cancelli aperti”, per consentire la visita presso le aree dimostrative ad un numero più ampio di utenza, al fine di far prendere visione delle prove in campo e dei risultati conseguiti quali soluzioni a problematiche aziendali specifiche.

1.2_B Attività dimostrative.

Le attività dimostrative comprendono sessioni pratiche per illustrare una o più tecnologie, come l’utilizzo di macchine agricole innovative o migliorate, nuovi metodi di difesa delle colture o tecniche di produzione. L’attività può essere realizzata in campo, e può essere svolta presso aziende sperimentali collegate a organismi di ricerca, aziende agricole, allevamenti, caseifici, ecc.

Anche per le attività dimostrative è richiesta che si svolgano almeno n. 3 sessioni pratiche con la presenza di tecnici esperti nella tecnologia, nell’uso di macchinari o di una tecnica di produzione/gestione specifica da illustrare. Le iniziative che prevedono esercitazioni, prove pratiche, giornate di campagna, laboratori sono utili per verificare la fattibilità e la validità tecnico-economica delle innovazioni proposte.

Tutte le iniziative dimostrative (1.2_A e 1.2_B) quali esercitazioni/incontri tematici con sessioni pratiche/giornate di campagna/laboratori etc. devono prevedere un numero minimo di 10 partecipanti.

Azioni di informazione

Le azioni di informazione si concretizzano nelle sotto indicate modalità:

  • 2_C Azioni di informazione- attraverso la realizzazione di convegni, seminari, tavoli tecnici, contest: tali azioni di informazione sono volte a diffondere le informazioni su innovazioni di processo e di prodotto riguardanti le nuove opportunità di sviluppo delle imprese del sistema agricolo e agroalimentare, sul territorio siciliano.
  • – 2_D Azioni di informazione- attraverso la produzione di pubblicazioni e di materiale informativo cartaceo e/o digitale con una diffusione a mezzo tv, radio, stampa, ed in rete web.

Sono comprese pubblicazioni tematiche e/o specialistiche non periodiche, riprese video e audio, opuscoli pieghevoli, newsletter con modalità di diffusione attraverso applicazioni informatiche, siti web, social network, etc.

Le proposte progettuali non possono essere costituite unicamente da pubblicazioni.

Sono escluse le azioni di informazione e di promozione di specifici prodotti agricoli, del loro metodo di produzione che possono beneficiare di altre fonti di sostegno comunitario, come pure dei prodotti alimentari a base di prodotti agricoli di marchi comunitari e/o di prodotti commerciali.

Sono esclusi, inoltre, dal sostegno i corsi o i tirocini che rientrano in programmi o cicli normali dell’insegnamento secondario o superiore.

La proposta progettuale deve prevedere la figura del responsabile di progetto, che ne garantisce il regolare e corretto svolgimento.

Si possono prevedere diverse edizioni territoriali delle iniziative all’interno della proposta da svolgere nella stessa provincia o in province diverse, nel rispetto del limite massimo di spesa consentito.

Misura del sostegno per le attività dimostrative e azioni di informazione

Il sostegno è concesso sotto forma di contributo in conto capitale ed è pari al 100% delle spese ammissibili e rendicontate.

Non sono previsti pagamenti di anticipazioni. Pertanto, il beneficiario dovrà avere dimostrata disponibilità economico-finanziaria pari al 30% dell’importo di progetto.

Le domande di sostegno potranno essere presentate dal 26 febbraio fino al 2 maggio

Maggiori informazioni sono disponibili al seguente link


Potrebbe interessarti

Contattaci per informazioni

Siamo a disposizione per qualsiasi chiarimento

Contattaci